La storia di questo sito

La storia di questo sito affonda le sue radici a cavallo tra l’ultimo scorcio del secolo scorso, sul finire di quegli anni ’90 in cui il World Wide Web ruggiva al suono sgranato dei modem a 32 e 56K (bit al secondo) e l’inizio del nuovo millennio.

In quel periodo papà, da qualche anno in pensione, si cimentava nella ricostruzione dei legami genealogici della nostra famiglia, nonché nella raccolta, trascrizione e catalogazione di documenti, scansione di vecchie fotografie e dipinti, per dare origine a una memoria digitale che sottraesse queste tracce allo scorrere del tempo.

Contestualmente frequentavo l’università ed era esplosa in me la passione per lo sviluppo web, sia quello duro e puro fatto di Html semantico e CSS, sia quello fatto di CMS – Content Management System – (Nuke, post-Nuke ed epigoni come Mambo, Joomla, Drupal, ecc.), forum (phpBB, SMF, ecc.), blog (monopolio di WordPress sin dagli albori, ma anche prodotti più di nicchia come Loudblog, ecc.) e gallerie fotografiche (la mitica Gallery Menalto 1, 2 e 3, ecc.).

1999 Le fondamenta

v0. L’angolino di Alberto

Fu allora che, dalla comunione dei due interessi, suggerii a papà di implementare il suo archivio digitale sotto forma di documenti ipertestuali, vista la loro caratteristica testuale e multi-mediale. Papà si mise di buzzo buono a studiare l’Html e in breve tempo nacque “L’angolino di Alberto” una raccolta di documenti memorizzata sul computer di famiglia e manutenuta anche dopo la nascita di questo sito.

Così ebbe origine la storia di questo sito.

guarda com’era

2002 Benvenuti online

v1. FamigliaMosca.tk

Da lì all’online il passo verso fu breve e dettato principalmente dalla necessità di facilitare la raccolta e lo scambio di informazioni genealogiche con amici e parenti, vicini e lontani, con cui papà aveva iniziato a scambiare una fitta corrispondenza elettronica.

L’opportunità di utilizzare software di collaborazione (forum, guestbook, gallery), ma soprattuto di gestione della genealogia (il mitico PhpGedView) distribuiti e gratuiti ci parve la quadra perfetta, fu così quindi che nacque la prima vera incarnazione e di questo sito raggiungibile all’epoca (ora non più) all’indirizzo famigliamosca.tk (il dominio .tk è il dominio di primo livello nazionale assegnato alle isole Tokelau, territorio della Nuova Zelanda, che consente di registrare sotto-domini gratuiti) e con hosting dapprima di Altervista (un servizio di web hosting che offriva gratuitamente una capacita di storage minimale ma sufficiente ai nostri scopi iniziali) e poi di SoloDomini.it un servizio a pagamento italiano.

guarda com’era

2006 Il consolidamento

v2. FamigliaMosca.com

Chiarita la direzione del sito, incentrata sulla genealogia, e consolidati i principali contenuti, abbiamo dato una nuova veste grafica alle pagine cercando di rendere la navigazione fra le diverse aree del sito (create con software diversi, ciascuno con i suoi template).

Contestualmente ci siamo trasferiti su un nuovo host provider – Dreamhost – che utilizziamo da allora, e abbiamo abbandonato il dominio .tk in favore dell’attuale .com   

guarda com’era

2009-2021 Gli anni bui

La storia di questo sito vive un momento di back out nel secondo decennio di questo secolo.

Da un lato l’aumentare dei miei impegni lavorativi, dall’altro i frequenti aggiornamenti da apportare ai programmi, hanno impraticabile mantenere aggiornata la grafica del sito. Via via dismisi i vari template grafici che avevo creato ad hoc per famigliamosca.com sostituendoli con quelli standard che non richiedevano manutenzione, ma erano tutti diversi fra loro.

Matrimonio e nascita dei pargoli uniti all’obsolescenza dei programmi open source  utilizzati diedero il colpo di grazia. Via via si spensero il guestbook (causa spam), la gallery (causa chiusura del progetto open source), il forum (causa hacking).

I contenuti genealogici continuarono invece a essere arricchiti da mio padre sino al 2021, anno in cui si spense anche la genealogia. La causa fu l’aggiornamento alla versione 7.4 di PHP forzato da Dreamhost incompatibile con la versione di PhpGedView, ormai di fatto non più manutenuto 

2022 La rinascita

v3. la rinascita

La storia del nostro sito riprende finalmente nel 2022. 

Da un lato le sacrosante pressioni di papà per rimettere in sesto la genealogia si facevano sempre più insistenti. Dall’altro mi ritrovavo con una buona dose di tempo libero grazie al periodo di pausa che mi sono preso fra il vecchio lavoro e il successivo.

Mi sono quindi rimboccato le maniche e con santa pazienza ho ripristinato il contenuto e il funzionamento di tutte le sezioni originali. Inoltre spinto dal desiderio, latente sin dalla nascita di mia figlia, di realizzare un diario di bordo in cui scrivere pensieri e ricordi per i nostri bimbi, da lasciare loro in dono per quando saranno grandi, ho aggiunto al bouquet il classico WordPress che ho usato oltre che come blog anche come motore principale del sito, in sostituzione della vecchia struttura Html statica. 

La fase di aggiornamento è stata impegnativa a causa della necessità di sostituire e migrare i dati di tre dei quattro programmi utilizzati nel sito:

Infine ho dato una nuova veste grafica al sito. Niente pretese se avere una certa coerenza grafica nella navigazione fra le varie sezioni. La scelta – opportunistica – è stata quella di selezionare i template che si amalgamassero meglio fra loro col minimo sforzo di personalizzazione, lasciando il gusto personale in secondo piano… Almeno per ora!

 

… e Poi?

Come continuerà la storia di questo sito? Ora è tempo di preparare il terreno per le nuove generazioni di Moschini che, se vorranno e avranno dedizione e pazienza, fra una manciata d’anni potranno continuare a custodire e tramandare le memorie del tempo che fu.

 

– Mauro Mosca

 

 

 

2 thoughts on “La storia di questo sito

  1. Voglio ringraziare mio figlio Mauro per aver voluto supportare (e anche sopportare!!!) fin dall’inizio la mia curiosità divenuta col tempo vera passione genealogica scatenata da una vecchia fotografia di una mia bisnonna. Senza la sua competenza informatica questo sito non avrebbe visto la luce. E’ stato da parte sua un vero atto d’amore filiale di cui gliene sarò sempre grato.

    Alberto Raffaele Mosca

  2. Grazie papà, un piccolo gesto (il mio) per un grande fine (il tuo) che riesco ad apprezzare maggiormente ora che sono a mia volta padre e più attempato di allora 🤷‍♂️

    PS. buffo scambiarci i complimenti via etere ma così rimangono ad altrui memoria 😜

    Mauro

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.